Il mio viaggio, quello con la V maiuscola

Doveva essere il Canada, e invece sono state le Hawaii. Doveva essere in due, e invece sono stata una. Doveva essere il nostro viaggio, e invece è stato il Mio viaggio. La realtà è che doveva essere semplicemente quello che è stato, sennò sarebbe stato altro. È stato il viaggio dei miei 40 anni, la…

Qualcosa che non ti aspetti

Maui, 19 agosto 2019. È l’una e mezza di notte quando la sveglia suona. Apro gli occhi, sono ancora molto stanca, non ho dormito abbastanza e sarà una giornata molto lunga. Mi vesto, un po’ sbagliata, a strati, mettendomi su tutte le cose portate apposta per questa occasione: stamattina (o meglio stanotte) si va a…

Un anno di Red Valery…

e un anno in più di me. Sinceramente un anno fa non pensavo che a quest’ora sarei stata ancora qui a scrivere; credevo in questo blog ma forse non così tanto da vederlo durare più di 3-4 mesi. Invece le soddisfazioni sono pian piano arrivate, sempre di più sempre più persone hanno iniziato a seguirmi….

Il mio Ramadan

Quando un mese fa stavo organizzando il mio viaggio di lavoro in Marocco, la scoperta che gli unici 3 giorni che avevo a disposizione tra aprile e maggio sarebbero coincisi con i primi 3 giorni di Ramadan non mi ha spaventata, anzi. L’idea di vivere un’esperienza di cui ho sempre sentito parlare ma che in…

Le avventure di una donna in corriera- Valencia edition

Dal mio diario di viaggio del 4 maggio 2018, un anno fa. Valencia. È venerdi pomeriggio e sono nella hall dell’hotel che aspetto che mi portino la valigia. Finalmente questa settimana è finita e me ne torno a casa. Sono arrivata ieri sera a Valencia, erano le 19 e visto che qui si cena tardi,…

Chi salverà Quasimodo?

1 Dicembre 2017. Fu l’ultima volta in cui vidi Notre Dame. E fu l’ultima volta in cui vidi Quasimodo. Camminavamo lungo la Senna e lo vidi, da lontano, sull’altra sponda del fiume. Si nascondeva tra le guglie di quella che da centinaia di anni era casa sua, ma io lo vedevo, sapevo che era là,…

Quella volta che imparai a volare

31 Dicembre 2018, Swakopmund, Namibia. Sono seduta su una panca che aspetto. Indosso una tuta rossa, per fortuna mi hanno dato quella rossa e non la gialla, il giallo mi sbatte troppo come colore! Sulla spalle ho una specie di zainetto che si aggrappa alle mie cosce con delle cinghie che una ragazza carinissima mi…

Verso l’Infinito e oltre

Martedi 8 gennaio sul treno che mi riporta a casa dall’aeroporto. Sono in Italia e la Namibia è ormai a migliaia di km di distanza. Rileggo e pubnlico con gli occhi che brillano queste righe scritte 2 giorni fa in quel paese in cui il wifi sembra ancora essere bene di lusso. Siamo al penultimo…

La Namibia si sveglia presto

Sono sulla cima di una duna che aspetto l’alba. Il cielo è limpido, l’aria fresca. Non ho freddo ma solo un po’ quella sensazione di non tepore che mi spinge a togliermi la sciarpa dal collo e metterla sulle spalle. Il mondo attorno a me è deserto, solo qualche raro animale in lontananza che si…