Hai detto solo colleghi?

31 gennaio 2019. È mezzanotte e mezza e mi sono appena messa a letto. Tecnicamente è già domani ma per me è ancora oggi. È stata una giornata lunga ed emotivamente molto intensa. Chissà se riuscirò a finire questo articolo o se mi addormenterò prima di mettere l’ultimo punto. Poco male, domani sono a casa…

My Own Sweet Home

Era il 23 gennaio del 2011, una domenica sera, quando decisi di andare a dormire per la prima volta a casa MIA. C’erano a malapena la cucina e il letto in quei 50 mq freddi e vuoti ma ricordo che io quella sera mi sentivo una vera Queen nel suo Castello. Non c’erano armadi, specchi,…

Il mio mondo a colori

Sono 10 anni che ho smesso di giocare ad hockey e dopo di me, ad una ad una, hanno smesso quasi tutte, ormai solo 3 delle mie compagne di squadra degli ultimi anni sono ancora in attività. Quello però che non abbiamo smesso di fare regolarmente è trovarci rispettando delle tradizioni che si sono consolidate…

Tu chiamale se vuoi… emozioni

Sabato mattina. Mi sono svegliata con il male al collo e quella sensazione che ormai mi accompagna da qualche giorno di aver dormito troppo poco e troppo male per essermi riposata. Bevo il mio caffè, rigorosamente americano, fissando il telefono nella vana speranza che arrivi quella chiamata o quel messaggio e nell’attesa che mi venga…

Senza titolo

Questo episodio risale almeno ad un paio di anni fa, e qualcuno lo ha già letto. Oggi è il giorno giusto per ri-condividerlo. Londra. Giugno 2018 Sono qui, spapparazzata sul mio amato divano fucsia che mi bevo una birretta di quelle buone che arrivano dalla Germania e mi fagocito un sacchetto di patatine gusto barbecue….