Notte prima degli esami

Oggi sono iniziati gli esami di maturità e, nonostante il mio post arrivi con un giorno di ritardo, leggendo per tutto il giorno articoli sulle tracce del tema di italiano, non posso fare a meno di tornare indietro di 21 anni (mamma mia) e ripensare ai miei esami di maturità.

Non ricordo se la notte prima ho dormito o meno, in realtà non ricordo neanche se ero agitata; ricordo però che la sfida era importante per me: non potevo deludere le aspettative che tutti avevano della studentessa modello che in 5 anni di liceo non aveva mai avuto una insufficienza in pagella, se non un insignificante 5 nel primo quadrimestre della seconda in latino scritto, per il quale i miei mi avevano già visto bocciata per tre anni consecutivi e irrimediabilmente ridotta a dover comprare il diploma, e un trascurabile 8 in condotta alla fine della terza, per il quale ho seriamente rischiato di vedermi spedire in riformatorio sempre dai suddetti genitori, come se avermi fatto fare 5 anni di liceo dalle suore non fosse già stata una punizione abbastanza grande per tutte le cose brutte che avrei fatto da quel momento e per le tre prossime vite. A parte questi episodi tutto sommato ero brava: non ero una secchiona, semplicemente mi riusciva abbastanza bene andare bene a scuola… poi con l’università le cose sono decisamente cambiate, almeno inizialmente!

Mi ricordo i miei compagni di classe fuori dal portone quella mattina. Elena, la mia super compagna di banco per 4 anni, un amore nato dopo un primo anno di litigi furiosi. Marta, colei che in barba alla sua riservatezza di quegli anni, è diventata un Guru della comunicazione. Silvia e Stefania, le mie mitiche compagne del viaggio della maturità… quel che è successo a Mykonos rimane a Mykonos!!! Elisa, che con la sua calma serafica riusciva a non essere agitata neanche durante gli esami. La mia omonima Valeria, la bella della classe (un nome, una garanzia) e una determinazione da fare impallidire la nazionale di calcio femminile (giusto per restare nell’attualità). Chiara, la saggia, lei ne sapeva sempre una più di te, ed era sempre giusta. E poi Laura, la ragazza con le ciglia vere che hanno ispirato l’invenzione di quelle finte, Luisa, Alessia, Carlo e il mitico Luca. Poco più in là ricordo anche Michela e Silvia, la coppia inseparabile di pazze dell’altra sezione, con le quali ricordo una feroce indigestione da Nutella durante la gita di terza e tante risate durante le ore in cui univano le classi per fare lezione.

Ricordo tutti in trepidante attesa di entrare nell’aula magna e di scoprire quali fossero le tracce dei temi: storia, letteratura, attualità, tema di indirizzo. Ovviamente scelsi il tema di indirizzo. Per storia e letteratura bisognava aver studiato per poterlo svolgere, quello di attualità non era esattamente nelle mie corde essendo io una stupida teenager che dei giornali conosceva a malapena il nome (e ahimè non esisteva Facebook dove informarsi come si fa oggi 🙈🙈🙈). Non mi restava che il tema sul plurilinguismo che, fino a prova contraria, mi sembrava decisamente quello più semplice da svolgere, se non altro perché mi sentivo presa in causa!

E ricordo chi mi accompagnò quella mattina al cancello della scuola. Lavorava poco lontano e si offrì di passarmi a prendere a casa. Ricordo le sue raccomandazioni e le sue rassicurazioni, lei che la maturità l’aveva fatta da qualche anno. Ricordo persino che ci fermammo a fare benzina e in quale distributore. Ricordo il suo abbraccio prima di salutarmi e augurarmi l’in bocca al lupo. Lei ora vive nei ricordi. Ecco, se potessi fare a tutti i maturandi un augurio, sarebbe quello di un ricordo cosi bello di questo giorno!

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. elena ha detto:

    Mi hai emozionato, Ler… sono tornata indietro anche io di 21 anni, più 4! Un abbraccio forte!

    "Mi piace"

    1. ler207 ha detto:

      "Mi piace"

  2. Eli2017 ha detto:

    Dolcissimi ricordi. Dolcissima Valery. Un augurio per tutti. Penso però che per la maggior parte (me compresa) sia stato un incubo ricorrente per gli anni a venire…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.