Le avventure di una donna in corriera- Valencia edition

Dal mio diario di viaggio del 4 maggio 2018, un anno fa.

Valencia. È venerdi pomeriggio e sono nella hall dell’hotel che aspetto che mi portino la valigia.

Finalmente questa settimana è finita e me ne torno a casa. Sono arrivata ieri sera a Valencia, erano le 19 e visto che qui si cena tardi, ne ho approfittato per una passeggiata in centro. È una città molto bella, e in un altro momento probabilmente mi dispiacerebbe andarmene senza averla vista tutta. Ma stavolta no. In 4 giorni ho fatto Siviglia, Corboda, Madrid e, appunto, Valencia. Ho voglia della mia doccia e del mio letto, ho voglia di casa mia, oramai dopo qualche giorno gli hotel non li sopporto più.

Oggi, dopo l’incontro di lavoro, sono uscita per pranzo e ora sono tornata in hotel a recuperare la valigia per andare in aeroporto. Sono seduta che aspetto. Entra un signore vestito in tuta sportiva, con uno zaino sulle spalle. Va alla reception e dice che vorrebbe sapere quanto gli costerebbe una stanza per una decina di giorni. Non riesco a sentire cosa gli risponde la ragazza dietro al bancone ma sento la risposta di lui: “è che ho litigato con mia moglie, mi ha mandato via di casa, mi ha preso le chiavi, e questo zaino è tutto quello che ho. Non posso pagare così tanto e non so dove andare, sono già stato in 3 hotel e tutti sono troppo cari” e in un motto di disperazione si porta le mani alla testa. Non posso non provare pena per lui.

Chissà perchè la moglie lo ha cacciato, magari lui è stato con un’altra, e allora ha fatto bene. Magari lei sta con un altro, e allora è lei che avrebbe dovuto andarsene. Magari invece… Chissà. Vittima o carnefice? Non lo so, quello che so è che la sua disperazione ma soprattutto il suo essere solo erano palesi e per un momento quello sconosciuto mi ha fatto un profonda tenerezza.

Finalmente arriva la mia valigia, la prendo e me ne vado, diretta verso la mia casa, la mia famiglia e i miei amici, che mi aspettano. E penso che sono fortunata, anche se a volte me ne dimentico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.