il mio Marocco

Dal mio diario di viaggio in Marocco, gennaio 2018.

Sono sul volo che mi riporta in Italia e i pensieri corrono veloci trasformandosi quasi già in ricordi.
Tra freddo, caldo, pioggia, sole, città, deserto, montagne, oceano abbiamo attraversato in 15 giorni e più di 3000 km il meraviglioso Marocco.
È stata una traversata a momenti dura, stancante, infinita.
Ma è stata soprattutto una traversata ricca di emozioni, magia, risate, storia, natura, medine, moschee, minareti, kasbah, souk, deserto, gente, guide abusive, suoni, colori, sapori, odori, luna, stelle, cerchi sotto gli alberi, lanterne cinesi, ombre cinesi, dromedari, foto, tappeti, contrattazioni, parole crociate impossibili, hammam, tajine, tea, caffè, arance, mandarini, datteri, pane, pane e ancora pane! 

IMG_5528Merzouga Desert, Marocco, dicembre 2017

Dal mistero delle città imperiali, alla blu Chefchaouen, dal deserto dorato, ai mille colori delle gole della catena dell’Atlante fino al profumo di mare dell’Oceano Atlantico. Le mille contraddizioni e diversità del Marocco che lo rendono cosi unico, cosi enorme, cosi indimenticabile ma soprattutto cosi cosi da rivedere, da rivivere, da ritornare… chissà, forse un giorno, Inshallah!

Chefchaouen, Dicembre 2017
_DSC5719Lanterne cinesi nel deserto, Marocco, Dicembre 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.